MILES DAVIS

Miles Dewey Davis III (Alton, Illinois, 26 maggio 1926 - Santa Monica, 28 settembre 1991)

Miles Davis grande interprete ed innovatore del jazz è stato un genio musicale del nostro tempo. Dall’inizio della sua carriera ha sempre cercato innovazioni , ha sperimentato nuove forme e atmosfere oltre ad essere un grandissimo interprete . le sue collaborazioni sono infinite , partendo da Parker , Gillespie, e poi Gil Evans , Mulligan e come non citare il suo periodo con Coltrane e Adderley per poi arrivare a Hancock , Shorter, Corea e tanti altri. Miles Davis ha creato uno stile dove la tromba ha assunto ruoli in continua evoluzione di sonorita’ , passando dalle formazioni completamente acustiche a formazioni dove l’elettronica diventava la componente nuova del gruppo , evoluzione nel linguaggio . La musica di Miles Davis ha un universo tutto suo dove questo genio ha saputo creare quelle atmosfere uniche che lo contraddistinguono nell’intero panorama musicale. All’uscita dei concerti di Davis , era normale vedere ventenni a fianco di settantenni, con la stessa espressione , ovvero quella che si ha dopo aver visto – sentito , qualcosa che non ha niente a che vedere con il “ normale “ . La verita’ è che nessuno sa dire quale fu il periodo migliore della sua lunga e prolifera carriera. Per ascoltare Davis è consigliabile avere questi capolavori: 

  • Kind of Blue (ed. da Columbia)
  • Steamin with the Miles Davis quintet (ed. Prestige Records)
  • Bags Groove (ed. Prestige)
  • Porgy and Bess (1958 Miles Davis and the Gil Evans Orchestra)
  • Tutu (ed. Warner Bros Masters)
  • Electric Shout (ed. Columbia)

Indietro